Salute

Conosci le 4 cause di sanguinamento dopo il taglio cesareo

, Jakarta – Rachel Maryam, un'attrice che ora è membro della Camera dei rappresentanti indonesiana, è stata ricoverata in ospedale a causa di forti emorragie dopo aver subito un taglio cesareo. La donna, che ha raggiunto l'età di 40 anni, avrebbe dato alla luce il suo secondo figlio venerdì (2/10/2020) a RSIA Bunda, Jakarta.

Oltre a soffrire di forti emorragie, secondo quanto riferito, Rachel era anche in coma. Tuttavia, questa notizia è stata smentita dal marito e dalla sorella. Invece, hanno detto che le condizioni di Rachel si stavano gradualmente riprendendo. L'emorragia di Rachel era nota per essere il risultato di complicazioni, considerando che non era più giovane quando era incinta.

Leggi anche:Gravidanza nella vecchiaia Rischio di sanguinamento naturale postpartum

Cause di sanguinamento dopo taglio cesareo

In generale, le donne che si sottopongono a parto vaginale sperimentano sanguinamento fino a 500 cc o circa due tazze. In un parto cesareo, la perdita di sangue può essere raddoppiata. Il motivo è che l'utero ha uno dei più grandi rifornimenti di sangue di tutti gli organi del corpo. In ogni parto cesareo, i grandi vasi sanguigni vengono tagliati mentre il chirurgo apre la parete uterina per accedere al bambino.

Quando una donna perde più sangue, possono esserci alcune complicazioni che ne derivano. Lancio da linea della salute Ecco alcune cause di forti emorragie dopo un taglio cesareo:

1. Sanguinamento post-partum

È normale perdere molto sangue durante un parto cesareo. Tuttavia, quando la madre sanguina troppo, si può parlare di emorragia postpartum. Questo può accadere se gli organi vengono tagliati, i vasi sanguigni non sono correttamente attaccati o c'è un'emergenza durante il travaglio. Le donne che hanno problemi di coagulazione del sangue possono anche rendere difficile fermare l'emorragia.

In alcuni casi, la perdita di sangue non è un problema. Le donne incinte hanno circa il 50% di sangue in più rispetto alle donne non gravide. Tuttavia, l'emorragia può essere un'emergenza se la quantità è eccessiva e non si ferma. Dopo aver ricevuto il trattamento, la maggior parte delle donne guarisce completamente entro poche settimane.

In alcuni casi, i medici eseguono trasfusioni di sangue durante o dopo un taglio cesareo. Si raccomandano farmaci, liquidi per via endovenosa, integratori di ferro e cibi nutrienti o vitamine per aiutare la madre a ritrovare energia e un adeguato apporto di sangue dopo l'emorragia.

2. Atonia uterina

Dopo che il bambino e la placenta sono stati consegnati, l'utero deve contrarsi per chiudere i vasi sanguigni che forniscono la placenta durante la gravidanza. L'atonia uterina si verifica quando l'utero rimane rilassato. Questa condizione può verificarsi dopo un lungo travaglio o la nascita di un bambino grande o di due gemelli. Se l'utero è atonia, il sanguinamento può verificarsi molto rapidamente. Fortunatamente, ci sono diversi farmaci molto efficaci per il trattamento dell'atonia uterina.

La maggior parte di questi farmaci sono variazioni di sostanze naturali nel corpo chiamate prostaglandine. Con l'uso di prostaglandine, le complicanze a lungo termine dell'atonia uterina sono estremamente rare. Se il farmaco non funziona e il sanguinamento continua a verificarsi, potrebbe essere necessaria la rimozione chirurgica dell'utero.

Leggi anche: Dare alla luce Cesare? Ecco cosa dovrebbe sapere la mamma

3. Lacerazione

A volte il taglio cesareo non è abbastanza largo per il passaggio del bambino, soprattutto se il bambino è molto grande. Quando un bambino viene consegnato attraverso un'incisione, l'incisione può lacerare aree che il chirurgo non vuole. Le aree a destra e a sinistra dell'utero hanno grandi arterie e vene che possono lacerarsi accidentalmente. Se il medico nota uno strappo accidentale, lo strappo deve essere riparato in sicurezza prima che la madre perda troppo sangue.

Questa lacrima è molto rischiosa che colpisce i vasi sanguigni vicino all'utero. Altre volte, il medico può tagliare accidentalmente un'arteria o un organo vicino durante l'intervento chirurgico. Ad esempio, il coltello a volte colpisce la vescica durante un parto cesareo perché è così vicino all'utero. Queste lacerazioni possono causare forti emorragie, che richiedono punti e riparazioni extra. In rari casi, il danno ad altri organi richiede una seconda operazione per ripararlo.

4. Placenta acreta

Quando il minuscolo embrione entra nell'utero, le cellule che formeranno la placenta iniziano a raccogliersi nella parete uterina. Queste cellule sono chiamate trofoblasti. Generalmente, il trofoblasto cresce attraverso la parete uterina e nei vasi sanguigni della madre. Queste cellule svolgono un ruolo importante nel trasferire ossigeno e sostanze nutritive dalla madre al feto, nonché nel trasferire i prodotti di scarto dal feto alla madre. Man mano che il feto e la placenta crescono, il trofoblasto continua a cercare vasi sanguigni per supportare il feto in crescita.

Quando l'utero è stato danneggiato (ad es. da un precedente parto cesareo), il rivestimento fibroso potrebbe non impedire al trofoblasto di crescere in profondità nell'utero materno. Le cellule possono persino diffondersi ad altri organi, come la vescica. Questa condizione è nota come placenta accreta. Questa condizione è molto comune nelle donne che hanno avuto un precedente parto cesareo.

La buona notizia è che la placenta accreta è ora facilmente riconoscibile, in modo che le complicazioni possano essere prevenute in anticipo. La cattiva notizia è che quasi tutti i casi di placenta accreta richiedono un'isterectomia per salvare la vita della madre.

Leggi anche: Vuoi recuperare rapidamente da un taglio cesareo? Ecco i consigli

Queste sono alcune delle condizioni che possono causare forti emorragie dopo un taglio cesareo. Se la madre ha altre domande sulla gravidanza o sul parto, non esitare a chiedere direttamente all'ostetrica tramite l'applicazione . Non c'è bisogno di uscire di casa, attraverso questa applicazione, le mamme possono contattare il medico sempre e ovunque via e-mail Chiacchierata o Chiamata vocale/video .

Riferimento:
Linea della salute. Accesso al 2020. Complicazioni del taglio cesareo.
Il primo grido dei genitori. Accesso al 2020. Sanguinamento dopo il parto cesareo: tutto ciò che dovresti sapere.