Salute

La seconda ondata di COVID-19 in India ha un impatto maggiore sulle donne in gravidanza

“Un recente studio dell'Indian Council of Medical Research (ICMR) ha rivelato che la seconda ondata di COVID-19 ha un impatto più grave sulle donne in gravidanza e su quelle che hanno appena partorito. Questo è paragonato alla prima ondata”.

Giacarta – Seconda ondata o seconda ondata Il COVID-19 in India ha catturato l'attenzione del mondo. Infatti, un recente studio dell'Indian Council of Medical Research (ICMR) ha rivelato che le donne incinte e quelle che avevano appena partorito hanno subito un impatto più grave, rispetto alla prima ondata.

Da questi risultati, i ricercatori hanno sottolineato la necessità di vaccinare le donne in gravidanza. Dato che in questo momento, nel gruppo sono incluse le donne in gravidanza che non possono ricevere la vaccinazione COVID-19.

Leggi anche: I rischi che corrono le donne incinte che sono positive al Corona

Il tasso di mortalità aumenta nella seconda ondata di COVID-19

Attraverso il loro studio, i ricercatori hanno analizzato il tasso di mortalità (CFR) nelle donne in gravidanza e in quelle che avevano appena partorito. Quindi, hanno scoperto il fatto che c'è stato un aumento del 5,7% nella seconda ondata, rispetto alla prima ondata.

CFR è la proporzione di persone che muoiono di una malattia rispetto al numero totale di pazienti con diagnosi di tale malattia.

Anche i casi sintomatici di COVID-19 erano significativamente più alti con il 28,7 percento nella seconda ondata, rispetto alla prima quando la proporzione era del 14,2 percento. Questo si basa sui dati del registro COVID-19 nelle donne in gravidanza e nei neonati.

“I dati mostrano che la gravità della malattia in questa categoria di pazienti era più alta nella seconda ondata. I dati sono stati raccolti dal Nair Hospital di Mumbai per questo particolare studio", ha affermato il dott. Geetanjali Sachdeva, direttore dell'Istituto nazionale di ricerca sulla salute riproduttiva dell'ICMR.

L'analisi dei dati su quasi 4.000 donne risultate positive al COVID-19 per lo studio è stata condotta presso l'istituto con sede a Mumbai ed è in procinto di essere pubblicata sul Journal of Obstetrics and Gynecology.

Leggi anche: Questi sono 11 cibi che le donne incinte dovrebbero evitare

Non è chiaro cosa lo causi

Quale sia il motivo del drastico aumento dei decessi e dei casi rimane poco chiaro. Secondo il dott. Sachdeva, l'aumento di gravità potrebbe essere una variante diversa nella circolazione, ma nulla si può dire con certezza perché non è stato eseguito l'intero sequenziamento del genoma dei campioni positivi.

I dati della prima ondata sono stati raccolti tra il 1 aprile 2020 e il 31 gennaio 2021. Mentre per la seconda ondata, la raccolta dei dati è stata effettuata dal 1 febbraio 2021 al 14 maggio 2021.

I medici che curano le donne che risultano positive al test COVID-19 concordano anche sul fatto che la seconda ondata sta colpendo le donne in gravidanza più gravemente di quanto visto in precedenza. Dott. Anuradha Kapur, direttore senior e capo unità, dipartimento di ginecologia e ostetricia presso il Max Hospital di Saket, ha affermato che un gran numero di queste donne ha contratto l'infezione e si è ammalato gravemente.

“Quando il COVID-19 è iniziato l'anno scorso, il CDC (Centri americani per il controllo e la prevenzione delle malattie) ha emesso linee guida che non avrebbero avuto un grande impatto sulle donne in gravidanza. Tuttavia, quest'anno è stato completamente il contrario e le linee guida hanno dovuto cambiare. Nella maggior parte dei casi, i polmoni del paziente sono compromessi, rendendo difficile il trattamento”, ha affermato il dott. Gesso.

L'ICMR ha rilasciato un'istantanea dei risultati qualche tempo fa e ha affermato che il 2% del numero totale di decessi dall'inizio della pandemia lo scorso anno erano donne incinte o madri che avevano partorito di recente. La maggior parte dei decessi è dovuta a polmonite e insufficienza respiratoria correlate al COVID-19.

Il gruppo di esperti del Centro, il National Expert Group on Vaccine Administration for Covid-19, ha recentemente condiviso nuove raccomandazioni che consentono la vaccinazione delle madri che allattano. Nel frattempo, per quanto riguarda la vaccinazione delle donne in gravidanza, il mese scorso il ministero della salute locale ha affermato che la questione è stata discussa e ulteriormente discussa dal National Technical Advisory Group on Immunization.

Leggi anche: Fate attenzione se vivete a casa con un paziente Corona

L'importanza di seguire i protocolli sanitari

Attualmente, molti paesi si stanno preparando per la potenziale seconda ondata di COVID-19. La continua mutazione del virus corona non può essere sottovalutata. La cosa più importante che si può fare è seguire coerentemente i protocolli sanitari.

Assicurati di indossare sempre una maschera quando viaggi, lava le mani regolarmente, mantieni la distanza fisica dalle altre persone ed evita la folla. Per quanto possibile, limita anche le attività fuori casa se non è troppo importante. Soprattutto per le donne in gravidanza, che devono rimandare la vaccinazione a dopo il parto.

Va inoltre ricordato che la vaccinazione contro il COVID-19 è uno degli sforzi per spezzare la catena di diffusione. Pertanto, quando sarà il tuo turno di vaccinarti, assicurati di non ritardarlo, ok?

Se hai ricevuto le vaccinazioni, anche i protocolli sanitari dovrebbero essere rispettati. Inoltre, mantieni sano il tuo sistema immunitario seguendo uno stile di vita sano e assumendo vitamine se necessario. Puoi acquistare vitamine e integratori facilmente tramite l'app , sai.

Riferimento:
I tempi di Hindustan. Accesso al 2021. La seconda ondata di Covid-19 ha avuto un bilancio più pesante sulle donne in gravidanza: studio.
L'India Oggi. Accesso effettuato nel 2021. Donne incinte e postpartum gravemente colpite nella seconda ondata di Covid rispetto alla prima: studio ICMR.