Salute

Miti e fatti sul vaccino contro l'herpes

Giacarta - La ricerca sul vaccino contro l'herpes virus, utile per proteggere la bocca e i genitali, è da tempo condotta. Sebbene abbia avuto successo nei topi, fino ad ora la maggior parte degli studi condotti sugli esseri umani non ha avuto successo. Gli scienziati stanno ora sviluppando vaccini utilizzando approcci più recenti, incluso l'editing genetico. Questo ha mostrato un punto luminoso per il tanto atteso vaccino contro l'herpes nel mondo. Conosciamo i miti e i fatti sul virus dell'herpes in circolazione.

Leggi anche: Le madri con herpes possono allattare?

Mito n. 1: può sconfiggere il virus dell'herpes simplex (HSV)

In effetti, tecnicamente ci sono già diversi vaccini contro l'herpes sul mercato. Sebbene sia efficace nel proteggere il corpo da diversi virus della famiglia dell'herpes, il vaccino non protegge contro il virus dell'herpes simplex (HSV), che causa l'herpes genitale o orale. Sono già in circolazione due vaccini contro l'herpes, ovvero il vaccino contro la varicella, oppure il vaccino contro il virus della varicella-zoster (VZV) e il vaccino contro l'herpes zoster.

Due di questi vaccini sono stati precedentemente proposti per proteggere una persona dall'herpes orale e genitale. Un vaccino mira a impedire al virus di infettare persone che non l'hanno mai avuto, mentre l'altro tipo mira a proteggere le persone che hanno già contratto l'herpes a causa dell'epidemia.

Mito n. 2: il virus dell'herpes simplex (HSV) è facilmente controllabile dai vaccini

In effetti, il virus dell'herpes simplex si è dimostrato difficile da controllare con i vaccini. In teoria, il vaccino potrebbe funzionare per prevenire le epidemie di herpes. A parte questo, è l'immunità di ciascun organismo che determina e controlla il virus. Per le persone con un forte sistema immunitario, il virus non mostrerà sintomi e viceversa.

Leggi anche: Ecco un esame fisico per diagnosticare l'herpes

Mito n. 3: il vaccino contro l'herpes è stato sviluppato con successo

Come nella spiegazione precedente, il vaccino è stato eseguito con successo su topi sperimentali, ma non sull'uomo. In altre parole, non esistono studi sull'uomo che dimostrino che l'efficacia è sufficientemente elevata da poter distribuire il vaccino contro l'herpes sul mercato. Ecco alcune cose che rendono difficile imparare il vaccino contro l'herpes:

  • La popolazione in studio è limitata: i ricercatori devono testare più persone per vedere se il vaccino funziona nei loro corpi. Finora, queste persone sono difficili da trovare.
  • Infezione asintomatica: molte persone sono infette, ma non hanno sintomi di herpes.
  • Diffusione del virus: gli scienziati devono testare in che modo i vaccini influenzano la quantità di virus rilasciata per determinarne l'efficacia.

Leggi anche: Spiegazione dei tipi di herpes a cui le donne sono suscettibili

Sebbene molte persone siano infette e non mostrino sintomi, l'herpes può avere un impatto significativo sulla vita delle persone. Questo vale per coloro che sono stati infettati durante la gravidanza o vivono in aree con alti casi di HIV. Questo è ciò che rende così importante la ricerca sui vaccini contro l'herpes.

Invece di dover trattare, dovresti prevenirlo presto facendo sesso usando la sicurezza, non cambiare partner sessuali e pulirti prima e dopo il rapporto. Se c'è qualcosa che vuoi chiedere sull'herpes, puoi discuterne direttamente con il medico sull'applicazione , sì.

Riferimento:
Molto bene la salute. Accesso nel 2021. Progressi nello sviluppo di un vaccino contro l'herpes.
Medical Xpress. Accesso nel 2021. Ci stiamo avvicinando a un vaccino contro l'herpes?