Salute

Convulsioni di febbre e crisi epilettiche, ecco la differenza

Giacarta - Un attacco febbrile è di solito un evento singolo, mentre l'epilessia è una condizione neurologica caratterizzata da due o più convulsioni che non sono scatenate dalla febbre.

Le convulsioni causate dalla febbre sono chiamate convulsioni febbrili. Le convulsioni febbrili di solito si verificano nei neonati e nei bambini che hanno improvvisi picchi di temperatura corporea. I cambiamenti di temperatura possono essere così rapidi che non te ne accorgi fino a quando non hai improvvisamente un attacco.

Convulsioni di febbre vs convulsioni epilettiche

Come descritto in precedenza, l'epilessia è una condizione neurologica cronica che comporta crisi epilettiche ripetute che non sono causate da un'altra condizione nota. Avere un attacco febbrile non aumenta il rischio di sviluppare l'epilessia.

Alcune condizioni che possono causare convulsioni sono:

  1. Tumore cerebrale.

  2. Aritmia cardiaca.

  3. Eclampsia.

  4. Ipoglicemia.

  5. Rabbia.

  6. Un improvviso calo della pressione sanguigna.

  7. Tetano.

  8. Uremia.

  9. Colpi.

  10. Infezione del cervello o del liquido spinale.

  11. Problemi di cuore.

  12. Reazioni ai farmaci o reazioni a droghe o alcol.

È probabile che un medico diagnostichi un bambino con l'epilessia se il bambino:

  1. Avere uno o più attacchi inspiegabili.

  2. I medici pensavano che il bambino potesse avere un altro attacco.

  3. Le convulsioni del bambino non sono direttamente causate da un'altra condizione medica, come diabete, infezioni gravi o lesioni cerebrali acute

Gli attacchi di febbre si fermano senza trattamento

Un attacco febbrile è un attacco che può verificarsi quando un bambino piccolo ha la febbre sopra i 38 gradi Celsius. Le convulsioni di solito durano pochi minuti e si fermano da sole mentre la febbre può continuare per qualche tempo.

Leggi anche: Queste cause e come superare gli attacchi di febbre nei bambini

Le convulsioni febbrili possono sembrare gravi, ma la maggior parte si interrompe senza trattamento e non causa altri problemi di salute. Alcuni bambini possono sentirsi assonnati dopo uno, mentre altri non sentono gli effetti duraturi.

Le convulsioni febbrili si verificano nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 5 anni e sono più comuni nei bambini di età compresa tra 12 e 18 mesi. I bambini hanno maggiori probabilità di avere convulsioni febbrili se:

  1. Avere una storia familiare di convulsioni febbrili.

  2. Circa 1 bambino su 3 che ha avuto un attacco febbrile avrà un altro attacco, di solito entro 1-2 anni dal primo.

  3. Hanno avuto il loro primo attacco febbrile quando avevano meno di 15 mesi.

  4. La maggior parte dei bambini ha un attacco febbrile all'età di 5 anni.

Un attacco febbrile non è considerato epilessia (un disturbo convulsivo). I bambini che hanno convulsioni febbrili hanno solo un rischio leggermente maggiore di sviluppare l'epilessia. Un attacco febbrile di solito termina in pochi minuti, ma in rari casi può durare fino a 15 minuti.

Leggi anche: Ecco come prendere le medicine in sicurezza quando hai la febbre

Durante questo tipo di crisi, un bambino può tremare e contrarsi, roteare gli occhi, gemere fino a perdere conoscenza (svenimento) e vomitare o urinare (pipì) durante una crisi.

È importante notare che le convulsioni febbrili complesse durano più di 10 minuti, si verificano più di una volta ogni 24 ore e comportano movimenti o contrazioni solo di una parte o di un lato del corpo. Vuoi saperne di più sulle convulsioni febbrili e sulle crisi epilettiche, chiedi direttamente a per informazioni più dettagliate.

Medici esperti nei loro campi cercheranno di fornire la soluzione migliore per te. Come, basta? Scarica applicazione tramite Google Play o App Store. Attraverso le caratteristiche Contatta il dottore puoi scegliere di chattare attraverso Video/chiamata vocale o Chiacchierata .

Riferimento:

BambiniSalute. Estratto 2019. Convulsioni febbrili.
John Hopkins. Estratto 2019. Epilessia e convulsioni: condizioni che trattiamo.
Linea della salute. Estratto 2019. Convulsioni: cosa sono e cosa devi sapere se ne hai uno.