Salute

Crescita interrotta, la poliomielite non può essere curata?

, Jakarta – La polio è una malattia che si verifica spesso nei bambini piccoli. Questa malattia attacca i nervi, quindi può causare un'interruzione della crescita di un bambino, può persino causare la paralisi. Ecco perché la polio è la malattia di cui la maggior parte dei genitori si preoccupa. Ma davvero, la polio può essere curata? Dai, scopri qui la risposta.

Conoscere la polio

La polio è una malattia causata dall'infezione da un virus chiamato poliovirus. Il virus può causare paralisi temporaneamente o permanentemente. Inoltre, la poliomielite può anche interferire con i nervi respiratori, rendendo difficile la respirazione per i malati. Questa condizione rende la poliomielite in pericolo di vita.

La maggior parte delle persone con polio sono bambini sotto i cinque anni o bambini piccoli, specialmente quelli che non hanno ricevuto l'immunizzazione antipolio. Tuttavia, è anche possibile che la polio possa attaccare gli adulti.

Il virus della polio può diffondersi facilmente da una persona all'altra, ma può essere prevenuto vaccinandosi contro la polio.

Leggi anche: Cause e sintomi della poliomielite

I sintomi della polio che interrompono la crescita

Sulla base dei sintomi, la polio può essere divisa in due tipi, vale a dire la poliomielite paralitica e non paralitica. Tuttavia, la poliomielite paralitica è un tipo pericoloso di poliomielite che può interferire con la crescita di un bambino. Questo perché la poliomielite paralitica può causare sintomi come:

  • Perdita dei riflessi corporei.

  • Tensione muscolare dolorosa.

  • Arti o braccia indeboliti.

La poliomielite paralitica può anche portare a condizioni più gravi, come la paralisi permanente del midollo spinale e del cervello.

Trattamento per la poliomielite

Sfortunatamente, non esiste ancora una cura per la poliomielite. Il trattamento è inteso solo a supportare le funzioni corporee per gestire i sintomi e ridurre il rischio di problemi o complicanze a lungo termine. I medici consiglieranno ai malati di riposarsi molto e bere molta acqua per alleviare i sintomi che compaiono. Mentre i farmaci vengono solitamente somministrati per curare la poliomielite, tra gli altri:

  • Antibiotici

Sebbene la poliomielite sia causata da un virus, può anche essere accompagnata da infezioni batteriche, come le infezioni del tratto urinario. Per eliminare l'infezione batterica, il medico prescriverà antibiotici.

  • Antidolorifico

La poliomielite può causare sintomi sotto forma di dolore allo stomaco, ai muscoli e al mal di testa. Bene, per superare questi sintomi, i malati possono assumere antidolorifici, come l'ibuprofene.

  • Farmaci miorilassanti (antispastici)

Questo farmaco è usato per trattare i muscoli tesi a causa della poliomielite. Esempi di miorilassanti sono: scopolamina e tolterodina . Oltre all'assunzione di farmaci, la tensione muscolare può essere superata anche con un impacco caldo.

Per le persone con problemi respiratori, il medico installerà un apparato di respirazione per il malato. A volte, è necessario eseguire anche un intervento chirurgico per correggere la deformità del braccio o della gamba che si verifica. Nel frattempo, per prevenire un'ulteriore perdita della funzione muscolare, i malati devono sottoporsi a fisioterapia su base regolare.

Prevenzione della poliomielite

Poiché la polio non può essere curata, è molto importante adottare misure di prevenzione della polio. Il modo più efficace per prevenire la polio è con l'immunizzazione antipolio. Il vaccino antipolio è in grado di proteggere il corpo dalla malattia ed è sicuro da somministrare anche a persone che hanno un sistema immunitario debole. Esistono due tipi di vaccino antipolio, vale a dire l'iniezione (IPV) e le gocce orali (OPV).

Leggi anche: Questa è la differenza tra le gocce e i vaccini antipolio iniettabili

Il vaccino antipolio sotto forma di gocce orali (OPV-0) può essere somministrato ai neonati. Inoltre, il vaccino può essere somministrato fino a quattro dosi, sia sotto forma di iniezioni che di gocce orali. Di seguito è riportato un programma per la somministrazione delle quattro dosi di vaccino antipolio ai bambini:

  • La prima dose viene somministrata quando il bambino ha 2 mesi.

  • La seconda dose viene somministrata quando il bambino ha 3 mesi.

  • La terza dose viene somministrata quando il bambino ha 4 mesi.

  • L'ultima dose viene somministrata quando il bambino ha 18 mesi.

Per quanto riguarda gli adulti, il vaccino antipolio viene solitamente somministrato sotto forma di iniezione (IPV) che si divide in tre dosi, ovvero:

  • La prima dose può essere assunta in qualsiasi momento.

  • La seconda dose viene somministrata 1-2 mesi dopo la prima dose.

  • La terza dose viene somministrata 6-12 mesi dopo la seconda dose.

Leggi anche: Cose a cui prestare attenzione prima che i bambini immunizzino la polio

Poiché non può essere curata, si consiglia ai genitori di essere consapevoli di questa malattia neurologica che spesso attacca i bambini. Se tuo figlio mostra segni di poliomielite, consulta immediatamente un medico. Per fare un esame, puoi prendere direttamente un appuntamento con un medico presso l'ospedale di tua scelta tramite . Avanti, Scarica ora anche su App Store e Google Play come amico aiutante per mantenere la salute della tua famiglia.

Riferimento:
NHS. Consultato nel 2019. Polio.