Salute

Primo trattamento per l'ictus

, Jakarta – L'ictus rientra nella categoria dell'emergenza medica, che è una condizione che deve essere trattata immediatamente. Il motivo è che l'ictus è una delle malattie che possono scatenare un impatto pericoloso, portando anche alla morte. Questa malattia può colpire chiunque, compresi i neonati.

È necessario eseguire il primo soccorso per ridurre il rischio di complicanze dovute all'ictus. Se un membro della famiglia o una persona vicina ha un ictus, portalo immediatamente in ospedale o cerca assistenza medica. Pertanto, è importante riconoscere i sintomi di un ictus per aiutare il malato a ottenere il primo soccorso. Quindi, quale primo soccorso può essere dato a un ictus? Dai un'occhiata alla discussione qui sotto!

Leggi anche: 5 fatti sull'ictus che dovresti sapere

Cosa devono fare gli aiutanti

Il primo soccorso deve essere eseguito immediatamente quando si verifica un ictus. In questa malattia, nota come periodo d'oro noto anche come il periodo d'oro del trattamento dell'ictus, che è tre ore dopo l'insorgenza della malattia. Ciò significa che se l'assistenza medica viene effettuata durante questo periodo, le possibilità di recupero saranno maggiori. In generale, il trattamento dell'ictus deve essere somministrato immediatamente e non deve essere trascorso più di 4,5 ore dall'attacco iniziale.

L'ictus si verifica quando una persona sperimenta un disturbo neurologico a causa del blocco di un vaso sanguigno chiamato ictus ischemico. Mentre un ictus causato dalla rottura di un vaso sanguigno nel cervello è chiamato ictus emorragico. Essendo un organo vitale nel corpo, i disturbi che si verificano nel cervello possono influenzare direttamente altri organi del corpo. Il primo soccorso deve essere eseguito immediatamente per prevenire ulteriori danni cerebrali che possono rendere difficile il recupero del malato.

Leggi anche: Prevenire in anticipo Conoscere le cause dell'ictus minore

L'errore più comune nel trattamento dell'ictus è il ritardo nel portare in ospedale. Considerando che in ogni secondo, chi soffre di ictus sperimenta la "morte" delle cellule cerebrali e può essere fatale se lasciato per lungo tempo. Pertanto, è importante riconoscere i primi sintomi di questa malattia e portare immediatamente il paziente in ospedale o chiamare un'ambulanza se i sintomi che appaiono assomigliano a un ictus.

Sfortunatamente, i sintomi di un ictus che compaiono a volte sono lievi e assomigliano ad altre malattie. Ciò fa sì che i sintomi della malattia vengano spesso ignorati e vengano curati troppo tardi. Al fine di ridurre il rischio di questa malattia, identificare immediatamente i sintomi di un ictus in qualcuno con i seguenti metodi: VELOCE . Che cos'è?

F asso -Quando compaiono sintomi simili all'ictus, cerca di prestare attenzione all'area del viso della persona. Scopri i cambiamenti che si verificano, se ha difficoltà a muovere parti del viso. Se non riesci a vederlo, puoi provare a chiedere alla persona di sorridere, quindi fai attenzione se quando sorridi il tuo viso sembra simmetrico o meno. Se una parte del viso viene lasciata indietro o cade quando sorride, potrebbe essere che la persona stia avendo un ictus.

UN rms - Oltre a prestare attenzione al viso, il riconoscimento di un ictus può essere effettuato anche chiedendo alla persona di alzare il braccio. L'obiettivo è vedere la possibilità di paralisi del sensore motorio. Chiedi alla persona di alzare entrambe le braccia davanti a te, mantenendo la posizione per alcuni secondi. Se trova difficoltà o non può alzare la mano, potrebbe essere un sintomo di un ictus.

S peech - Fai attenzione anche a come parla. Puoi provare a chiedere alla persona di dire una frase che contenga la lettera "R". Se parla in modo incoerente, assicurati di portarlo immediatamente all'ospedale più vicino.

T ime - Se compaiono questi tre sintomi, è molto probabile che la persona abbia un ictus. Se è così, non tardare a portarlo in ospedale. Perché il tempo è la cosa più importante nel trattamento dell'ictus. Come aiutante, assicurati di registrare l'ora dell'attacco e l'andamento delle condizioni della persona per assistere il medico in ulteriori trattamenti.

Leggi anche: Fai queste 5 terapie per curare piccoli ictus

Quando trovi un ictus, non dovresti lasciarti prendere dal panico. Fai cose che possono aiutare e assicurati sempre delle condizioni della persona che ha subito l'attacco. In caso di dubbio, prova a chiamare l'assistenza medica per ricevere indicazioni. Puoi anche usare l'applicazione per parlare con il dottore attraverso Video/chiamata vocale e Chiacchierata , sempre e ovunque senza bisogno di uscire di casa. Presto Scarica ora su App Store e Google Play!

Riferimento:
Associazione Nazionale Ictus. Estratto nel 2020. Segnali premonitori di un ictus.
ictus.org. Accesso nel 2020. Sintomi dell'ictus
cuore.org. Accesso 2020. SPOT A STROKE F.A.S.T.